Scultore, nasce nel 1926 a Tarcento (Udine). Si specializza nella cottura delle ceramiche, che nel 1962 espone alla XXXI Biennale di Venezia, dove l’opera “Grande porta di Hiroshima” gli vale il conferimento del Premio del Ministero dell’Industria e del Commercio per la ceramica. Lavora molto nella sua regione, in Emilia Romagna (Carpi e Modena) ed espone in mostre personali in Toscana (Galleria d’Arte Internazionale di Firenze, Galleria Studio Artecasa di Pisa).Dalla seconda metà degli anni Sessanta e abbandona la ceramica per sperimentare altri materiali e passa al motivo circolare (scolpisce Gong, Dischi, Scudi e Mandala in metallo) e alle “verticali”, steli di dimensioni monumentali. Espone molto all’estero, in rassegne internazionali e in personali a Vienna e New York, Ottawa, Toronto. Muore a Udine nel 1991.