Scultore nato nel 1906 a Udine, si trasferisce presto a Trieste. Si forma presso la scuola per capi d’arte “Alessandro Volta”, con Alfonso Canciani e Sandro Atschko. La sua prima mostra personale risale al 1925. Dal 1931 agli anni Settanta prende parte prestigiose esposizioni nazionali (dieci rassegne della Quadriennale di Roma, quattro edizioni della Triennale di Milano, undici della Biennale di Venezia – dove nel 1950 vince il Primo Premio per la scultura italiana) e internazionali, sia collettive (Esposizioni internazionali di Budapest e Parigi, Esposizione Universale di New York, Biennale di San Paolo, Biennale di scultura ad Anversa) che personali (Monaco di Baviera, Tokyo, Parigi, Salisburgo). Nel corso della sua carriera realizza anche scenografie teatrali e opere d’arte destinate a transatlantici e navi da crociera. Le sue sculture sono esposte nei musei e nelle gallerie più importanti del mondo, dal MoMa al Bargello. Muore a Padova nel 1983.